Moto & Turismo on/off road

Forum di discussione tra motociclisti

[Vai al Sito mototouronoffroad.it] - [Vai al Portale fotografico]

Oggi è mercoledì 19 settembre 2018, 17:19

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Regole del forum


Clicca per leggere le regole del forum



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 26 ottobre 2013, 1:03 
Non connesso
advanced member
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 maggio 2009, 21:01
Messaggi: 2116
Località: Vittorio Veneto (Tv)
Aggregati all’ultimo momento, quando il fattore meteo aveva ben delineato le proprie intenzioni: pomeriggio pioggia su gran parte dell’Emilia Romagna.
Zone che mi sono sempre piaciute, vuoi per quel continuo saliscendi gibboso, vuoi per la tranquillità di tante stradine isolate ed asfaltate, ma non sempre manutentate, per le loro dimensioni ridotte ed il diretto contatto con la natura circostante …..
Partiamo presto ed arriviamo con largo anticipo. Sul posto è già presente LUCIANO che ci accoglie a braccia aperte.
Ben presto scopriamo che solo due sono gli equipaggi in coppia: peccato !
Il percorso è davvero ben compartito tra i tratti in asfalto e quelli in fuoristrada.
Il grado di difficoltà denunciato è reale.
Solo inizialmente l’organizzazione sembra scoordinata, ma Ghencio prende in mano la situazione e tutto si risolve prontamente.
Se mi son fatto più di 250 km è per assaporare lo sterro modenese, così unico come i prodotti culinari elaborati in questa terra e vi dirò, che da buongustaio del fuoristrada leggero, ne sono rimasto parecchio soddisfatto … insomma mi ha lasciato la “bocca buona”. Mi vien da far menzione dell’ultimo percorso off prima della pausa pranzo, alla quale siamo giunti puntuali come orologi svizzeri, come unico tratto pepato o papricato, insomma … con quella semplice venetta cortisolo-adrenalinica che ha attestato e promosso il gruppo. Personalmente, io e VIVIANA, ci siamo giunti allenati dalle precedenti esperienze settembrine e quell’azzardo poteva bastare, invece abbiamo partecipato anche alla spedizione post pasto ascendendo Croce Arcana.
Tutto molto buono quello che mangiamo a base di porco insaccato, in un locale a tema, chiaramente non mancano le elaborate paste regionali. Deglutiamo anche del buon Sangiovese, personalmente prescelto al Lambrusco proposto.
Il pranzo non è ancora terminato che già piove; quando risaliamo in moto, un branco di nove lupi risale il Passo dell’Alpe della Croce, mentre tutti gli altri se ne rientrano a magione con la panza piena.


Quando parcheggiamo le moto, come l’Olimpo, il valico della Croce Arcana è tra le nubi, intensamente grigie, minacciosamente a presagio che incomberà anche su di noi di là a non molto. Il motivo per il quale ildio del cielo, Zeus, sia così incazzato, non ci è dato sapere a noi Centauri.
Con lo spirito di Dionisio in corpo, la protezione di Ares (Marte) che ci cinge tra la sua bruma e pioggerellina aghiforme, uniformandoci alle creature del bosco, aggiungendo la simpatia e partigianeria di Artemide (Diana), affinché la nostra salita sia tutelata quanto possibile per non essere confrontata ad una sfida a Giove, inizia la nostra impresa.
La nebbia bambagia il borbottio dei nostri motori, balugina i fasci di luce dei nostri fari. Procediamo cautamente sullo strame, perequato e dalle caldi tinte, che tutto ricopre senza più delimitare le prode. Procediamo vigili, cauti, quasi timorosi ma indomiti. Come portatore di lenti sono molto handicappato sull’andatura: il casside alzato … gli occhiali dissuefanno il mio uopo d’intuizione rendendolo obnubilato. Dalla gorgiera ai coturni sono rigidamente palombaromizzato sotto la tuta da pioggia.
Ogni tanto il capobranco si ferma, ma non lo fa per meglio odorare la traccia da seguire, ma per provarsi che tutti gli altri arditi lo seguano. Prima di giungere in vetta BlackPegaso s’inverte a U nonostante in quest’agone abbia un posteriore tutt’altro che pusillanime. L’equipaggio si stende ma non demorde ed anche con qualche pillacchera, doppia la vetta come tutti gli altri impavidi. In cima ci aspetta Eolo che si pone tra madreterra e padrecielo , quale limite invalicabile al cospetto di Optimus Maximus. Le parole di commiato sono soffocate dal vento ed allora i gesti sono quelli che rimangono nella memoria ed assieme all’intrepida impresa restano a scrivere la storia dei “ Lupi della Croce Arcana”.

_________________
Aprilia "RedBlackPegasoTrail"
Lavoro per vivere. Non vivo per lavorare.
Pensa come se non morissi mai. Vivi come se morissi domani.
Ieri è storia. Domani è mistero. Ora...è un regalo...per questo si chiama presente.
AUDENTES FORTUNA JUVANT


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 26 ottobre 2013, 2:54 
Non connesso
advanced member
Avatar utente

Iscritto il: domenica 16 giugno 2013, 0:19
Messaggi: 649
Località: Verona
:shock:

Bravi :roll:
Persi i panorami,
persi i colori dell'autunno,
persi i profumi spiaccicati al suolo,
perso il piacere di una guida spensierata,
...non vi siete persi un'esperienza MEMORABILE ;)

Asciutto, v'invidio. :)


Un giorno, poco tempo fà, mi trovai in moto sulle mie solite strade del divertimento sotto la pioggia, prevista dai "meteo". Non era freddo nemmeno dov'ero bagnato, mi resi conto che era come restare a fare il bagno sotto la pioggia; cambiava a condizione dell'ambiente intorno, l'attenzione alla guida doveva essere più "accuorta", la velocità ulteriormente ridotta e la visiera doveva esser semi-aperta :?
Ma restava un "piacere" esser li, esserci, partecipare a quel "nuovo gioco", riuscendo ad apprezzarlo per il suo "diverso". Mi resi conto che ero felice di esser uscito in moto, e di riuscire ad apprezzarne il piacere anche in quelle condizioni così diverse dai classici parametri. Ripeto: non faceva per niente freddo, e arrivato a casa dovetti svestirmi sull'uscio, farmi una doccia ...e accesi anche la stufa per asciugare in fretta l'abbigliamento. ...perché era un sabato, e la domenica avrei potuto usarlo di nuovo! ;)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: domenica 27 ottobre 2013, 21:20 
Non connesso
advanced member
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 3 febbraio 2011, 20:19
Messaggi: 216
Località: modena
lo stampo e lo metto in cornice :D ;)
I LUPI DELLA CROCE ARCANA
fantastico :D
bellissimo ricordo
GRAZIE

_________________
honda CRF 250L 2012
honda transalp 600 99


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it