Moto & Turismo on/off road

Forum di discussione tra motociclisti

[Vai al Sito mototouronoffroad.it] - [Vai al Portale fotografico]

Oggi è mercoledì 19 settembre 2018, 17:19

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Regole del forum


Clicca per leggere le regole del forum



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 2 settembre 2015, 11:45 
Non connesso
member
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 5 febbraio 2015, 1:58
Messaggi: 85
Località: Thiene (VI)
L’itinerario che ho percorso ha inizio dal paese di Paularo in Val d’Incarojo, nel cuore delle alpi carniche, e mi ha portato sino al Cason di Lanza, che sapevo essere più avanti della deviazione che dovevo fare ma ero curioso di vederlo e chiedere informazioni su possibili pernottamenti.
La strada è asfaltata e da Paularo parte subito ripida, stretta e tortuosa, addentrandosi in un fitto bosco sino al Pian di Zermula

Il paese di Paularo salendo al Pian di Zermula
Immagine
invia immagini

Salendo al Pian di Zermula
Immagine
url immagine

Al Pian di Zermula, immerso in una piacevole boscosa frescura
Immagine
free image upload

Subito dopo il Pian di Zermula il breve pianoro lascia il posto ad un’altra salita tutta curve e tornantini sino a passare per Casera Ramaz e Casera Melédis bassa

Casera Melédis bassa
Immagine
free image hosting

Questo tratto di strada è piacevole da percorrere in moto ma bisogna fare molta attenzione dove passano le ruote perché è stretta e con moltissimi tratti privi di protezione verso gli strapiombi a valle e, per di più, l’ho trovata cosparsa di copioso brecciolino.
Giungo così al Cason “Al Cippo", da dove stacca la deviazione che conduce in Austria per strada sterrata.
Immagine
image hosting

Bivio dove inizia lo sterrato che conduce in Austria
Immagine
hostare immagini

Prima di deviare per l'Austria decido di puntare sino al Cason di Lanza che dista circa 3 km per vedere, conoscere la zona e raccogliere informazioni.
Il Cason di Lanza con la sua gradita scritta di "Bikers welkommen"
Immagine
url immagine
Immagine
caricare immagini

Tutta la strada che ho appena percorsa da Paularo e che, transitando per il Cason di Lanza prosegue sino a Pontebba, è chiamata la “Via di Attila” e nei pressi del Cason di Lanza si trova una grotta nota come “la base di Attila” che viene raggiunta percorrendo uno sterrato (divieto di transito) che parte dal Cason e giunge a Malga Valdolce nei cui pressi si trova appunto la grotta.
Tutta questa zona, tra l’altro, ed i sentieri che la percorrono, devono aver avuto in passato grande importanza perché qui ha lasciato le sue tracce, abbandonando le sue selci, addirittura l’uomo di Neanderthal, ben 40.000 anni fa.

Riparto e ritorno indietro all’Agritur “Al Ceppo” per prendere lo sterrato che mi condurrà in Austria.
La parte sterrata italiana è poco meno di 3 km ed è la più impegnativa per la presenza di profonde canalette in sasso per lo scolo delle acque; il fondo è abbastanza sconnesso con tanti sassi mobili e, nei tratti più ripidi, il fondo è “selciato”, formato cioè dai sassi cementati fra di loro. Comunque, se c’è l’ho fatta io, voi ve la bevete !! Dopo un paio di chilometri arrivo ad una sella dalla quale si vede in lontananza la Casera Valbertad alta

Casera Valbertad sullo sfondo
Immagine
url immagine

Passata questa sella il fondo diventa decisamente migliore; c’è solo da fare attenzione al minuscolo ghiaino dove una frenata non ben controllata può farti partire l’anteriore.

Si gode una bella vista del Monte Zermula
Immagine
hostare immagini

Sono ancora in territorio italiano, il confine è circa un chilometro più avanti. Naturalmente non ci sono segnali e solo quando giungo ad un bivio
Immagine
free image hosting

controllando la topografica ho la conferma di essere entrato in territorio austriaco circa 250 metri prima.
A questo bivio prendo a sinistra e proseguo su sterrato transitando per la Straniger Alm. La strada scende abbastanza tranquilla con fondo buono e poco dopo la Straniger Alm entra in mezzo al bosco
Immagine
hostare immagini
Immagine
image hosting
Immagine
free image hosting

Qualche apertura mi permette di vedere la sottostante alta Val di Gail (Obergailtal): sono in Carinzia e vedo il sottostante paesino di Reisach
Immagine
free image upload
ed il paesino di Kirchbach
Immagine
hosting immagini

La strada prosegue tranquilla con un discreto fondo da strada di campagna, ma attenzione nei vari tornanti per l’accumulo di sassi.
Dopo circa 6 km. giungo a Stranig e qui la strada torna ad essere asfaltata

Immagine
host image

Dal minuscolo abitato di Stranig
Immagine
caricare immagini

si gode una bella visione dell’ampia Val di Gail
Immagine
free image hosting

Transito per il paesino di Kirchbach dove ammiro pregevoli elementi architettonici e decorativi
Immagine
image share
Immagine
free image upload
Immagine
url immagine
Immagine
hostare immagini
Immagine
upload immagini gratis
Immagine
host immagini

e la presenza di un crocefisso nel prato della chiesa, così come mi appare, mi suscita una riflessione: vuoi vedere che i due cipressi ai lati del Cristo rappresentano i due ladroni ?
Immagine
upload immagini

La traversata è completata ed il mio rientro in Italia avverrà per il Passo di Pramollo, ma questa è un'altra storia e altri luoghi.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 2 settembre 2015, 13:51 
Non connesso
advanced member
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 maggio 2009, 21:01
Messaggi: 2116
Località: Vittorio Veneto (Tv)
Innanzitutto mi fa piacere che qualcun altro posti report sul FVG :D .
Non ho potuto apprezzare le foto postate perché d'elevate dimensioni :( e mi rincresce :cry: .
Ho percorso quelle strade con VIVIANA, già cinque/sei volte, posso sconfessare la tua affermazione che non esiste una linea di confine: c'è un cippo bianco poco distante dalla sterrata, prima del bosco in mezzo al prato ;) .
Giunti al punto del bivio, dove tu hai seguito la strada per scendere verso la malga austriaca prime e a valle poi, se tu avessi proseguito diritto avresti trovato un altro bel posto dove è alpeggiata un'altra malga raggiungibile tutto su strada sterrata ma a fondo chiuso. Non posso riportare nomi specifici in quanto non sono attulmente ausiliato da una carta-mappata, vedrò di rifarmi quando sarò nuovamente sorretto dalla mia postazione di casa ;) :) .

_________________
Aprilia "RedBlackPegasoTrail"
Lavoro per vivere. Non vivo per lavorare.
Pensa come se non morissi mai. Vivi come se morissi domani.
Ieri è storia. Domani è mistero. Ora...è un regalo...per questo si chiama presente.
AUDENTES FORTUNA JUVANT


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 8 settembre 2015, 1:31 
Non connesso
advanced member
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 maggio 2009, 21:01
Messaggi: 2116
Località: Vittorio Veneto (Tv)
Eccomi a replicare con le mie:
- trovando la strada chiusa per frana, più avanti di questa galleria
Immagine
nella nostra ascesa nella Val d'Incarojo, fummo deviati in una strada boschiva
Immagine
Immagine
per raggiungere Malga Zemula
Immagine
dopo avervici pranzato, sconfinammo
Immagine
e dopo aver percorso questa strada
Immagine
Immagine
Immagine
trovammo questo malgaro modernizzato austriaco ad attenderci
Immagine
e nel proseguire la strada, a fondo chiuso c'imbattemmo in questa scultura fallica e lignea
Immagine
Il rientro lo facemmo anche noi usando lo stesso sterro che hai fatto tu, ALDO ;) .

_________________
Aprilia "RedBlackPegasoTrail"
Lavoro per vivere. Non vivo per lavorare.
Pensa come se non morissi mai. Vivi come se morissi domani.
Ieri è storia. Domani è mistero. Ora...è un regalo...per questo si chiama presente.
AUDENTES FORTUNA JUVANT


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 8 settembre 2015, 15:25 
Non connesso
member
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 5 febbraio 2015, 1:58
Messaggi: 85
Località: Thiene (VI)
Urca veh ! Che bello Giuseppe e che belle foto.
Dammi qualche coordinata in più perchè me la devo proprio gustare dal vivo e, magari, riesco a metterla dentro prima di metà ottobre.
Interpretando la topografica, a Paularo anzichè salire diretto a Casera Ramaz dovresti aver deviato per località Miscinis, poi Ravinis per arrivare a malga Zermula dalla quale dovresti essere disceso molto più avanti sulla strada asfaltata che da Paularo porta a Casera Ramaz. Ho interpretato male ? Divieti ?
Non tenermi sulle spine...... :oops:

P.S.: comunque nutro seri dubbi su quella tua affermazione iniziale di "......fummo deviati" :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 9 settembre 2015, 0:14 
Non connesso
advanced member
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 maggio 2009, 21:01
Messaggi: 2116
Località: Vittorio Veneto (Tv)
Il ns. itinerario fu quello classico che penso anche tu abbia fatto: salimmo la Val Incarojo da Paularo, trovammo una frana dopo le gallerie in località Pedreit e prima di Maina della Schialute che proibiva il transito con tanto di cartellonistica avvisatoria :evil: . Chiedemmo ad un ruspante indigeno se esistessero delle varianti ed una ci venne consigliata: strada per Ravinis, seguire per malga Pizzul (altra strada che non ho mai fatto in quanto anche questa a fondo chiuso :( ), fino ad una deviazione per Casera Tamai, in deroga dal divieto di transito in quanto l'unica strada a collegare le malghe più alte e Pontebba da quel versante; sterrato non sempre facile che conduce prima a Casera Noiareit e poi alle spalle di Casera Zemula, dove pranzammo 8-) . Proseguimmo poi per Casera Ramaz su asfalto e all'altezza di Casera Valbertad Bassa svoltammo a sinistra verso il confine austriaco: Passo Polentin. CARTA TABACCO N°18.
Attraversato il confine al primo bivio svoltammo a sinistra verso Straniger Alm, ma anzichè scendere subito verso la stessa e poi a valle, tenemmo la sinistra verso Waidegger Alm, gran bello sterrato non lunghissimo ma panoramicissimo :o :shock: . Dopo la malga la strada continua verso un'altro alpeggio l'Oharnacher Alm, li cercammo invano il collegamento alla superiore Ochsennbach Alm, ma c'erano solo sentieri e NOI PER I SENTIERI MOMOTRACCIA NON TRANSITIAMO. Ritornammo sui ns. passi imbattendoci sulla scultura boschiva e priapa che ci fece sorridere e scendere a valle dalla strada di Straniger Alm :D . CARTA TABACCO N°09.

Sappi comunque che se è il FVG che ti piace, ho degli itinerari molto interessanti, misti, ma avrai senz'altro letto quanto abbiamo postato io, DOMENICO ed ANTONIO di un tranquillo giro in una domenica d'agosto ;) 8-) :D ;)

_________________
Aprilia "RedBlackPegasoTrail"
Lavoro per vivere. Non vivo per lavorare.
Pensa come se non morissi mai. Vivi come se morissi domani.
Ieri è storia. Domani è mistero. Ora...è un regalo...per questo si chiama presente.
AUDENTES FORTUNA JUVANT


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 12 settembre 2015, 23:44 
Non connesso
member
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 5 febbraio 2015, 1:58
Messaggi: 85
Località: Thiene (VI)
Si Giuseppe, il FVG mi piace molto e sono appena rientrato poche ore fa dopo una quattro giorni fatti con mia moglie al seguito. Solo asfalto però, tranne la panoramica delle vette sul Crostis, dove mia moglie è rimasta entusiasta. Un ampio scorazzare dalla Carnia al Mangart e tutto il tratto isontino in Slovenia sino a Tolmino con susseguirsi di uscite e rientri in Italia il più possibile per stradine secondarie e micro valici; una prima avanscoperta per stradine nelle valli del Natisone ed il gran botto finale con la cavalcata nel Collio, sia italiano che sloveno, senza tralasciare un omaggio ai luoghi della grande guerra.....
Una cosa però ho imparato: per conoscere e vedere bene devo viaggiare da solo; mi posso così perdere liberamente senza qualcuno che brontoli o mi obblighi a soste perchè ha il "posteriore" che prude o ha fame :mrgreen:

P.S.: Mi son comperato tutte le Tobacco che ho trovato di quella zona, e fra queste ci sono anche quelle chi mi hai indicato tu.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it