alt

 

REGOLE E COMPORTAMENTI DA OSSERVARE NELLE NOSTRE USCITE

Come condividere serenamente con gli altri Motociclisti un meeting


Il viaggio in gruppo presuppone il rispetto e l’accettazione di alcune semplici regole.

1) EFFICIENZA DEL PROPRIO MEZZO - E’ fondamentale che prima di intraprendere un viaggio ognuno sia consapevole della perfetta efficienza del mezzo. Pneumatici, freni, fari, stop, catena, bagagli e tutto ciò che riguarda la sicurezza propria e dei compagni di viaggio (in moto praticamente tutto!) deve essere perfetto. Attenzione anche alla validità dei documenti, patente, libretto, assicurazione. Anche l’abbigliamento adeguato è necessario (non dimenticarsi mai quello antipioggia).


2) PRESENTARSI ALLA PARTENZA PUNTUALI, CON IL PIENO E I RIFERIMENTI DEL TRAGITTO - Rispetto degli altri significa anche essere puntuali ai punti di aggregazione stabiliti. Ogni itinerario è pubblicato con un anticipo dai 2 mesi ai 15 giorni prima, quando possibile come mappa geografica/traccia GPS o come elenco di località attraversate.


3) GUIDA - E’ normalmente il più pratico della zona attraversata ed a seconda del tour altre guide dette "Jolly" potranno dare una mano alla guida principale muovendosi lungo il gruppo. Il sorpasso della Guida non deve mai essere fatto salvo casi di emergenza. La Guida non devierà dalla strada stabilita dall’itinerario salvo eventuali necessità che saranno concordate sul posto insieme agli altri partecipanti.


4) SCOPA, L'ULTIMO DEL GRUPPO - Normalmente una persona di esperienza. Meglio se con qualche nozione tecnica per prestare un minimo di aiuto a coloro che eventualmente si trovassero in difficoltà.


5) COME NON PERDERSI - Le regole da adottare sono 2 e possono essere applicate insieme o separatamente: quella da noi ritenuta migliore è “moto al punto bivio”, vale a dire il pilota/moto che in quel momento segue la guida, secondo indicazione della stessa si ferma in un punto indicato ed aspetta lo sfilare di tutto il gruppo fino alla scopa, rimettendosi poi in fila nel gruppo, così a turno ogni qualvolta disposto dalla guida. Questo sistema rende tutti responsabili e fa si che in pratica tutti possano integrare il lavoro di guida e scopa. La scopa sarà sempre in contatto Radio/Telefonico con la guida in modo da fermare tutto il gruppo se ce ne fosse bisogno.
L’altra regola è quella “dell’elastico”, chi sta davanti è sempre responsabile di quello dietro, se lo vede sparire deve rallentare fino a rivederlo, lo stesso quello davanti in modo che si propaghi fino alla guida così che nel caso si fermi tutto il gruppo.
Quest’ultima regola può essere applicata insieme alla precedente o alternativamente, saranno gli organizzatori di ogni uscita a decidere di volta in volta.


6) CONTATTO RADIO - Nelle nostre uscite possiamo utilizzare dei ricetrasmettitori per agevolare il lavoro di guida e scopa, i canali/frequenze da usare nelle uscite di M&TOOR sono i seguenti:

PMR CH 5 pari a 446.056,25 MHz Narrow

tono CTCSS 25 pari a 156,7 Hz.

In caso di presenza di Radioamatori la frequenza convenuta è RTX VHF FM 145.375 MHz wide.
Nel caso alcuni partecipanti siano muniti di apparati radio dovranno comunicarlo agli organizzatori concordandone con loro l’utilizzo in quanto, se lo vorranno, potranno essere di ausilio a Guida e Scopa nel caso siano da loro chiamati, altrimenti sulle frequenze/canali di M&TOOR dovrà essere osservato il silenzio radio.


7) DISTANZA DI SICUREZZA - E’ indispensabile mantenere sempre una distanza di sicurezza, soprattutto negli sterrati in salita o discesa tenersi ad almeno 10/15 metri da chi ci precede.


8) COMPORTAMENTO - Sono assolutamente vietati comportamenti “competitivi”e tutto quello che può provocare pericolo per se e per gli altri. Ricordate che siamo in gita di piacere: per andare forte, impennare, derapare, saltare, e fare i funamboli ci sono altri luoghi molto più adatti.


La partecipazione ai Tour di “Moto & Turismo on/off road” comporta obbligatoriamente il rispetto delle semplici regole sopra indicate.

 

alt

 

 

 

Joomla templates by a4joomla